Scheda ministeriale prodotto:

Valle d'Aosta - Vallée d'Aoste - DOC

Vino Italiano a Denominazione Origine Controllata– D.O.C. Logo Vini a Denominazione di Origine Controllata (DOC)

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione (Articolo 3): 

1) La zona di produzione delle uve atte alla produzione dei vini “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” con le seguenti specificazioni di vitigno: Müller Thurgau, Gamay, Pinot nero o Pinot noir, Pinot grigio o Pinot gris, Pinot bianco o Pinot blanc, Chardonnay ,Mayolet, Moscato bianco o Muscat petit grain, Traminer aromatico o Gewürztraminer, Gamaret e e Vuillermin comprende i territori idonei a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste dal presente disciplinare.
Tale zona comprende parte del territorio dei seguenti comuni:
in destra orografica della Dora Baltea: Donnas, Hône, Arnad, Issogne, Champdepraz, Montjovet, Châtillon, Pontey, Chambave, Fénis, Saint-Marcel, Brissogne, Pollein, Charvensod, Gressan, Jovençan, Aymavilles, Villeneuve, Introd, Arvier e Avise;
in sinistra orografica della Dora Baltea: Pont Saint-Martin, Donnas, Perloz, Arnad, Bard, Verrès, Challand Saint-Victor, Montjovet, Saint-Vincent, Châtillon, Saint-Denis, Verrayes, Chambave, Nus, Quart, Saint-Christophe, Aosta, Sarre, Saint-Pierre, Villeneuve, Saint-Nicolas, Arvier, Avise, La Salle e Morgex .

2) a) La zona di produzione delle uve atte alla produzione dei vini “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” accompagnata da una delle seguenti specificazioni di vitigno: Petite Arvine, Merlot, Fumin, Syrah, Cornalin comprende i territori idonei a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste dal presente disciplinare.
Tale zona comprende parte del territorio dei seguenti comuni:
in destra orografica della Dora Baltea: Donnas, Hône, Arnad, Issogne, Champdepraz, Montjovet, Châtillon, Pontey, Chambave, Fénis, Saint-Marcel, Brissogne, Pollein, Charvensod, Gressan, Jovençan, Aymavilles, Villeneuve, Introd, Arvier e Avise;
in sinistra orografica della Dora Baltea: Pont Saint-Martin, Donnas, Perloz, Arnad, Bard, Verrès, Challand Saint-Victor, Montjovet, Saint-Vincent, Châtillon, Saint-Denis, Verrayes, Chambave, Nus, Quart, Saint-Christophe, Aosta, Sarre, Saint-Pierre, Villeneuve, Saint-Nicolas, Arvier, Avise.

3) La zona di produzione delle uve atte alla produzione del vino “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Donnas comprende i territori collinari dei comuni di Donnas, Pont Saint-Martin, Perloz e Bard, e più precisamente:
in destra orografica della Dora Baltea il cono di deiezione del torrente Valbona, nel comune di Donnas.
in sinistra orografica della Dora Baltea, a monte della strada statale n° 26, fino ad una altitudine di 700 m.s.l.m.;

4) La zona di produzione delle uve atte alla produzione del vino “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Arnad-Montjovet comprende i territori idonei a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste dal presente disciplinare.
Tale zona comprende parte del territorio dei seguenti comuni:
in destra orografica della Dora Baltea: Hône, Arnad, Issogne, Champdepraz, Montjovet.
in sinistra orografica della Dora Baltea: Arnad, Verrès, Challand-Sain tVictor e Montjovet.

5) La zona di produzione delle uve atte alla produzione dei vini “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Chambave e Chambave Moscato o Chambave Muscat comprende i territori idonei a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste dal presente disciplinare.
Tale zona comprende parte del territorio dei seguenti comuni:
in destra orografica: Châtillon, Pontey, Chambave.
in sinistra orografica: Montjovet, Saint Vincent, Châtillon, Saint Denis, Chambave, Verrayes.

6) La zona di produzione delle uve atte alla produzione del vino “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Nus e Nus Malvoisie comprende i territori idonei a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste dal presente disciplinare.
Tale zona comprende parte del territorio dei seguenti comuni:
in destra orografica: Fénis.
in sinistra orografica: Nus, Quart, Saint Christophe e Aosta.

7) La zona di produzione delle uve atte alla produzione del vino ”Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Torrette comprende i territori idonei a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste dal presente disciplinare.
Tale zona comprende parte del territorio dei seguenti comuni:
in destra orografica della Dora Baltea: Charvensod, Gressan, Jovençan, Aymavilles, Villeneuve ed Introd.
in sinistra orografica della Dora Baltea: Quart, Saint-Christophe, Aosta, Sarre, Saint-Pierre e Villeneuve.

8) La zona di produzione delle uve atte alla produzione del vino “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Enfer d’Arvier comprende parte del territorio collinare del comune di Arvier

9) La zona di produzione delle uve atte alla produzione del vino “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Blanc de Morgex et de La Salle comprende i territori idonei a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste dal presente disciplinare.
Tale zona comprende parte del territorio dei comuni di Morgex e di La Salle.

 

Sei un appassionato di enogastronomia?
Scopri i prodotti disponibili su TopFoodItaly!

Sei un operatore business o del canale HORECA?
Scrivici compilando questo form per avere informazioni dettagliate e una quotazione personalizzata.

Denominazione e vini (Articolo 1): La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste”, eventualmente accompagnata da una delle seguenti indicazioni di vitigno: Müller Thurgau; Gamay; Pinot nero o Pinot noir; Pinot grigio o Pinot gris; Pinot bianco o Pinot blanc; Chardonnay; Mayolet; Petite Arvine; Merlot; Fumin; Syrah; Cornalin; Nebbiolo; Petit rouge; Prëmetta; Moscato bianco o Muscat petit grain; Traminer aromatico o Gewürztraminer; Gamaret; Vuillermin
o da una delle seguenti menzioni geografiche:
Donnas; Arnad-Montjovet; Chambave; Chambave Moscato o Chambave Muscat; Nus; Nus Malvoisie; Torrette; Enfer d’Arvier; Blanc de Morgex et de La Salle o da una delle seguenti indicazioni di colore : bianco o blanc; rosso o rouge; rosato o rosé; o da una delle seguenti tipologie di vinificazione: novello o nouveau; Chambave Moscato Passito o Chambave Muscat Flétri; Nus Malvoise Passito o Nus Malvoisie Flétri ; Moscato bianco Passito o Muscat petit grain Flétri; Traminer aromatico Passito o Gewürztraminer Flétri; Passito o Flétri è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti prescritti dal presente disciplinare di produzione.

Base ampelografica (Articolo 2)

La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste”, accompagnata da una delle seguenti specificazioni di vitigno:
Müller Thurgau;
Gamay; Pinot nero o Pinot noir;
Pinot grigio o Pinot gris;
Pinot bianco o Pinot blanc;
Chardonnay;
Mayolet;
Petite Arvine;
Merlot;
Fumin;
Syrah;
Cornalin;
Nebbiolo;
Petit rouge;
Prëmetta;
Moscato bianco o Muscat petit grain;
Traminer aromatico o Gewürztraminer;
Gamaret;
Vuillermin
deve essere ottenuta dalle uve prodotte dai vigneti compresi nella zona delimitata dal’art. 3 comma 1 e 2 aventi, nell’ambito aziendale, la composizione ampelografica dei corrispondenti vitigni per almeno l’85%.
Possono concorrere fino ad un massimo del 15 % le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione nella Regione Autonoma Valle d’Aosta.
2) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta ” o “Vallée d’Aoste” Donnas è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti composti a livello aziendale dal vitigno Nebbiolo per almeno l’85%, della zona delimitata all’art. 3, comma 3.
Possono inoltre concorrere le uve di altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione nella Regione Autonoma Valle d’Aosta presenti nei vigneti fino ad un massimo del 15%.
3) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Arnad-Montjovet è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti composti in ambito aziendale dal vitigno Nebbiolo per almeno il 70%, della zona delimitata all’art. 3, comma 4.
Possono inoltre concorrere le uve di altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione nella Regione Autonoma Valle d’Aosta presenti nei vigneti fino ad un massimo del 30% ed iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino, approvato con D.M. 7 maggio 2004 e successivi aggiornamenti, riportati nell’allegato 1 del presente disciplinare.
4) a) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta ” o “Vallée d’Aoste” Chambave, è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti della zona delimitata all’art. 3 comma 5, composti in ambito aziendale dal vitigno Petit Rouge per almeno il 70%.
Possono inoltre concorrere le uve di altri vitigni a bacca rossa, idonei alla coltivazione nella Regione Autonoma Valle d’Aosta, presenti nei vigneti fino ad un massimo del 30% ed iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino, approvato con D.M. 7 maggio 2004 e successivi aggiornamenti, riportati nell’allegato 1 del presente disciplinare.
b) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Chambave Muscat è riservata ai vini ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti composti dal vitigno Moscato bianco della zona delimitata all’art. 3, comma 5.
5) a) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste”, Nus è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti della zona delimitata all’art. 3,
comma 6, composti in ambito aziendale dai seguenti vitigni: Vien de Nus e Petit Rouge per almeno il 70% di cui almeno 40% di Vien de Nus.
Possono inoltre concorrere le uve di altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione nella Regione Autonoma Valle d’Aosta presenti nei vigneti fino ad un massimo del 30% ed iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino, approvato con D.M. 7 maggio 2004 e successivi aggiornamenti, riportati nell’allegato 1 del presente disciplinare.
b) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Nus Malvoisie, è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti composti dal vitigno Pinot grigio, della zona delimitata all’art. 3, comma 6.
6) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta ” o “Vallée d’Aoste” Torrette è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti composti in ambito aziendale dal vitigno Petit Rouge per almeno il 70%, della zona delimitata all’art. 3, comma 7.
Possono inoltre concorrere le uve di altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione nella Regione Autonoma Valle d’Aosta presenti nei vigneti fino ad un massimo del 30% ed iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino, approvato con D.M. 7 maggio 2004 e successivi aggiornamenti, riportati nell’allegato 1 del presente disciplinare.
7) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Enfer d’Arvier è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti composti in ambito aziendale dal vitigno Petit Rouge per almeno l’85%, della zona delimitata all’art. 3, comma 8.
Possono inoltre concorrere le uve di altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione nella Regione Autonoma Valle d’Aosta presenti nei vigneti fino ad un massimo del 15%.
8) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Blanc de Morgex et de La Salle è riservata al vino ottenuto dalle uve provenienti dal vitigno Prié blanc della zona delimitata all’art. 3, comma 9.
9) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” seguita da una indicazione di colore, bianco o blanc, rosso o rouge, rosato o rosé può essere rivendicata dagli iscritti allo schedario viticolo di una denominazione di cui al presente articolo per designare i vini bianchi, rossi o rosati provenienti dalle uve aventi le caratteristiche minime previste dall’art. 6, indicando tale scelta all’atto della denuncia delle uve.
10) La denominazione di origine controllata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” seguita dalla indicazione di passito o flétri può essere rivendicata dagli iscritti allo schedario viticolo di una denominazione di cui al presente articolo per designare i vini passiti provenienti dalle uve a bacca bianca o rosata aventi le caratteristiche minime previste dall’art. 6, indicando tale scelta all’atto della denuncia delle uve.

Caratteristiche al consumo (Articolo 6): I vini di cui all’art. 1 all’atto dell’immissione al consumo debbono rispondere alle seguenti caratteristiche:

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Müller Thurgau:
colore: giallo verdolino, con riflessi verdognoli;
odore: intenso, gradevole, aromatico;
sapore: fruttato, leggermente aromatico, fine;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10 % vol;
acidità totale minima: 4 g/l;
estratto non riduttore minimo: 16 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Gamay :
colore: rosso rubino vivo;
odore: fruttato, intenso, caratteristico;
sapore: fruttato, leggermente tannico, con fondo amarognolo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Pinot nero o Pinot noir
(vinificazione in rosso):
colore: rosso rubino tendente al granato più o meno intenso;
odore: fruttato, persistente;
sapore: vinoso lievemente tannico, con retrogusto analogo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50 % vol;
acidità totale minima: 4 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Pinot grigio o Pinot gris:
colore: giallo paglierino intenso con riflessi dorati;
odore: profumo caratteristico molto intenso;
sapore: gradevole, armonico, equilibrato;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Pinot bianco Pinot blanc:
colore: giallo paglierino brillante;
odore: profumo caratteristico, elegante;
sapore: gradevole, equilibrato;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

” Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Chardonnay:
colore: giallo paglierino;
odore: intenso, fruttato, caratteristico;
sapore: sapido, pieno, caratteristico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Mayolet:
colore: rosso rubino tendente al granato;
odore: fine e delicato;
sapore: morbido con retrogusto amarognolo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Petite Arvine:
colore: giallo paglierino tendente al verdognolo;
odore: fine, fruttato, elegante;
sapore: armonico, vivo, sapido, caratteristico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Merlot:
colore: rosso rubino intenso;
odore:intenso, caratteristico, leggermente erbaceo;
sapore: austero, corposo ;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Fumin:
colore: rosso rubino intenso con riflessi violacei;
odore: caratteristico di spezie;
sapore: austero con fondo amarognolo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Syrah:
colore: rosso rubino intenso;
odore: caratteristico di spezie;
sapore: armonico, con sensazioni speziate;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Cornalin:
colore: rosso rubino;
odore: intenso, caratteristico ;
sapore: armonico, leggermente tannico e mandorlato ;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Nebbiolo:
colore: rosso rubino con riflessi granati;
odore: fine, caratteristico;
sapore: leggermente mandorlato, di buon corpo, con finale tannico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Petit rouge:
colore: rosso rubino;
odore: di rosa selvatica, caratteristico;
sapore: vellutato, mediamente corposo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Prëmetta:
colore: cerasuolo con riflessi rosati;
odore: fine, intenso, caratteristico;
sapore: leggermente tannico, gradevole;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,5 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Moscato bianco o Muscat petit grain:
colore: giallo paglierino;
odore: intenso, caratteristico di moscato ;
sapore: fine, delicato, aromatico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Traminer aromatico o Gewürztraminer:
colore: giallo paglierino dorato;
odore: leggermente aromatico fino a intenso con sensazioni di rosa;
sapore: pieno, vellutato gradevolmente aromatico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 16 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Gamaret:
colore: rosso rubino intenso;
odore: intenso, fine leggermente speziato;
sapore: asciutto, tannico, di corpo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Vuillermin
colore: rosso con riflessi violacei;
odore: vinoso, intenso;
sapore: pieno, asciutto di buona tannicità;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Donnas:
colore: rosso rubino con riflessi granati;
odore: fine, caratteristico, speziato;
sapore: vellutato, armonico con fondo gradevolmente amarognolo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol;
acidità totale minima: 5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 23 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Arnad-Montjovet:
colore: rosso rubino con riflessi granata ;
odore: fine, caratteristico, lievemente mandorlato;
sapore: armonico, con fondo amarognolo morbido;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Chambave:
colore: rosso rubino;
odore: caratteristico, con l’affinamento tendente al profumo di viola;
sapore: sapido, armonico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 20 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste Chambave” Moscato o Muscat:
colore: giallo paglierino;
odore: intenso, caratteristico di moscato;
sapore: fine, delicato, aromatico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aost ” Nus :
colore: rosso intenso con riflessi granata ;
odore: vinoso, intenso, persistente;
sapore: vellutato, leggermente erbaceo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Nus Malvoisie:
colore: giallo dorato con riflessi ambrati;
odore: caratteristico, molto intenso;
sapore: gradevole, armonico, equilibrato;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol;
acidità totale minima: 4 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Torrette:
colore: rosso rubino;
odore: profumo di rosa selvatica, con l’affinamento tendente a mandorlarsi;
sapore: vellutato, di giusto corpo, con fondo amarognolo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Enfer d’Arvier:
colore: rosso granata piuttosto intenso;
odore: delicato con bouquet caratteristico;
sapore: vellutato, di giusto corpo, gradevolmente amarognolo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Blanc de Morgex et de La Salle:
colore: giallo paglierino tendente al verdognolo;
odore: delicato con sottofondo di erbe di montagna;
sapore: acidulo, talvolta leggermente frizzante, molto delicato;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 9 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 15 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” bianco o blanc:
colore: paglierino più o meno intenso con riflessi verdini o dorati;
odore: fresco, gradevole, caratteristico;
sapore: fresco, talvolta vivace;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 9 % vol;
acidità totale minima: 4 g/l;
estratto non riduttore minimo: 15 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” rosso e rosato o rouge et rosé:
colore: rosso rubino o rosato a seconda del tipo di vinificazione;
odore: vinoso, fresco, caratteristico;
sapore: gradevole, talvolta vivace, armonico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 9,5 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo per il rosato: 16 g/l
estratto non riduttore minimo per il rosso : 18 g/l

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Pinot noir
(vinificazione in bianco):
colore: paglierino intenso o leggermente rosato;
odore: fruttato, persistente;
sapore: armonico, caratteristico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11 % vol;
acidità totale minima: 4 g/l;
estratto non riduttore minimo: 17 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Novello o Nouveau:
colore: rosso rubino con sfumature violacee;
odore: fruttato, persistente;
sapore: armonico, fresco, vivace;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10 % vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Chambave Moscato passito o Muscat flétri:
colore: giallo oro tendente all’ambrato;
odore: intenso, caratteristico di moscato;
sapore: dolce, aromatico, tipico di moscato;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,5 % vol di cui almeno il 13 % vol svolto;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Nus Malvoisie passito o flétri:
colore: giallo ramato intenso;
odore: gradevole, intenso;
sapore: dolce, caldo, con retrogusto di confettura;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,5 % vol, di cui almeno il 14 % vol svolto;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste ” Moscato bianco passito o Muscat petit grain flétri
colore: giallo oro tendente all’ambrato;
odore: intenso, caratteristico di moscato;
sapore: dolce, aromatico, tipico di moscato;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,5 % vol, di cui almeno il 13% vol svolto;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste ” Traminer aromatico passito o Gewüztraminer flétri:
colore: dorato con riflessi rosati;
odore: fine intenso aromatico con sensazioni di rosa ;;
sapore: dolce, caldo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,5 % vol, di cui almeno il 13 % vol svolto;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Passito o Flétri:
colore: dorato o ramato a seconda del vitigno prevalente;
odore: fine intenso leggermente aromatico;
sapore: dolce, caldo;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,5 % vol, di cui almeno il 13% vol svolto;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Blanc de Morgex et de La Salle spumante o mousseux :
spuma: fine e persistente;
colore: giallo paglierino scarico;
odore: caratteristico, con delicato sentore di lievito;
sapore: tipico, armonico, pieno;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,5% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 15 g/l.

“Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste” Müller Thurgau, Pinot Grigio o Pinot gris, Pinot bianco o Pinot blanc, Chardonnay, Petite Arvine, Moscato bianco o Muscat petit grain, Traminer
aromatico o Gewürztraminer, Blanc de Morgex et de La Salle vendemmia tardiva o vendange tardive :
colore: giallo dorato;
odore: gradevole, delicato, caratteristico;
sapore:amabile o dolce, pieno,armonico;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 20 g/l.
titolo alcolometrico volumico totale minimo:
12% per la denominazione Vallée d’Aoste Blanc de Morgex et de La Salle di cui almeno il 9 % in alcool svolto ;
13% per la denominazione Vallée d’Aoste Müller Thurgau di cui almeno il 10 % in alcool svolto ;
15% per le altre denominazioni di cui almeno il 12 % in alcool svolto.

In relazione all’eventuale conservazione in recipienti di legno, il sapore dei vini può rivelare un lieve sentore di legno.

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Carrello
Translate »