Scheda ministeriale prodotto:

Tartufo di Ceppaloni

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano (P.A.T.)

Zona di produzione: Ceppaloni e areale limitrofo (S. Leucio del Sannio, Arpaise, Apollosa), in provincia di Benevento.

 

Sei un appassionato di enogastronomia?
Scopri i prodotti disponibili su TopFoodItaly!

Sei un operatore business o del canale HORECA?
Scrivici compilando questo form per avere informazioni dettagliate e una quotazione personalizzata.

Descrizione: Tuber magnatum di forma tondeggiante, tuberiforme, schiacciato, incavato in base al terreno. Colore giallo-biancastro ma a seconda del grado di maturazione si possono trovare sfumature grigio verdognole o macchie brunastre. Dimensioni variabili. All’interno in base al grado di maturazione la gleba può essere biancastra se in prima fase di maturazione, o di color ocra, paglierino chiaro o nocciola se ben maturo.

Osservazioni sulla tradizionalità: Il tartufo di Ceppaloni non è stato sempre apprezzato e conosciuto. Infatti si racconta di patate puzzolenti che i contadini cavavano nei loro campi e buttavano via con disgusto. I preziosi tartufi erano infatti considerati amare sorprese di una terra che non premiava adeguatamente il duro lavoro quotidiano. La storia di questo tartufo di intreccia inequivocabilmente con la leggenda delle streghe che si riunivano nello Stretto di Barba, località del Comune di Ceppaloni, per celebrare sotto il millenario noce il Sabba. Queste donne conoscevano il potere e le proprietà delle erbe ma soprattutto il potere afrodisiaco di queste “papate puzzolenti” di cui si cibavano.

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Carrello
Translate »