Sagra della Percoca di Loconia (BT)

logo-sagra-della-percoca-di-loconia

Le dolci percoche “baby gold” di Loconia, sono le protagoniste della sagra che, indicativamente, si svolge l’ultimo weekend di luglio o il primo weekend di agosto presso Loconia (a 12 km da Canosa), frazione della città di Canosa di Puglia. E’ prevista la consueta l’esposizione di prodotti tipici e la degustazione delle percoche.

Come ormai è tradizione, insieme ai festeggiamenti per i Santi Patroni della borgata, Sant’Antonio e la Madonna Assunta, sarà celebrata la percoca, produzione autoctona e di alta qualità, che suscita l’attenzione non soltanto dei cittadini di Canosa, ma anche di quelli dei comuni limitrofi. “Molteplici stand esporranno i biondi frutti di stagione di una sagra che ogni anno riesce ad attrarre un numero sempre più ampio di turisti e amanti della buona cucina.

Non mancherà la degustazione delle percoche e dei prodotti tipici locali. Consueta è la selezione della “percoca di qualità”, della “più grande del raccolto” e dello “stand più bello”, a cui segue un intrattenimento musicale. La manifestazione si conclude con suggestivi fuochi pirotecnici”.

Il pregiato frutto, un ibrido, prodotto, secoli fa, dal matrimonio tra il pesco e l’albicocco, con il loro sapore sempre gradevole per il giusto compromesso tra zuccheri ed acidità, è protagonista di una sagra che ne esalterà le sue peculiarità al grande pubblico. Le percoche, che maturano nei mesi di agosto e settembre, si distinguono dalle pesche essenzialmente per la consistenza della polpa: nelle percoche la polpa non è fondente e rimane compatta durante la cottura. Questa caratteristica fondamentale le ha fatte preferire per l’industria di trasformazione sciroppate (Valfrutta, Hans Zipperle, Zuegg, e molte altre) per la preparazione di percoche sciroppate. Nell’agro di Canosa 2000 ettari circa sono coltivati a percoche (mentre la produzione totale supera i 600.000 quintali l’anno). Il 95% di quest’estensione è coltivato esclusivamente a percoche, il restante 5% alla produzione di pesche, albicocche e mandorle. La qualità sta superando ogni aspettativa. E le richieste del mercato di prodotto fresco, sono incessanti. Tanto che nelle ultime annata non si fa in tempo a raccogliere il prodotto che è già venduto e trasportato immediatamente al consumatore finale. Le cooperative stanno usando poco le celle frigorifere: si avrà un basso consumo energetico per la conservazione.

È diffusa l’usanza di immergere pezzettoni di percoca in un contenitore pieno di vino rosso o bianco, da riporre in frigo. Una specialità che si consuma bevendo prima il vino e poi mangiando le percoche intrise di vino rimaste sul fondo del bicchiere. “Piazza Roma, nel centro della borgata, si trasformerà in un padiglione fieristico.

La baby gold è una varietà della percoca selezionata in California, massicciamente presente nelle coltivazioni di Loconia. Frutto della salute, già conosciuto nell’antichità da Persiani, Greci e Romani, se ne trova traccia già nel 40 dopo Cristo nel “De Rustica” di Lucio Giunio Moderato Columella; tipico frutto dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, la percoca si distingue dalla pesca, di cui è sorella maggiore, per la consistenza della polpa, del colore prevalentemente giallo, per l’alto contenuto zuccherino, l’alta digeribilità e assenza di grassi.

L’evento è organizzato dal Comitato Insieme per Loconia che si prefigge come unico obiettivo la promozione del territorio e il prodotto Percoca. Il Presidente è Fedele Accetta 327.9458978.

Link alla scheda del prodotto Percoca di Loconia.

Translate »