Scheda ministeriale prodotto:

Soave Superiore DOCG

Vino Denominazione Origine Controllata e Garantita– D.O.C.G. Logo Vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG)

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione (Articolo 3): 

Le uve atte a produrre i vini a denominazione di origine controllata “Soave Superiore” devono essere prodotte nella zona che comprende in tutto o in parte il territorio dei comuni di Soave, Monteforte d’Alpone, San Martino Buon Albergo, Mezzane di Sotto, Roncà, Montecchia di Crosara, San Giovanni Ilarione, Cazzano di Tramigna, Colognola ai Colli, Caldiero, Illasi e Lavagno in provincia di Verona.

Delimitazione “Monte Gazzo”- “Monte Rocca” – Comune di Caldiero.

Delimitazione “Monte Bisson” – Comune di Soave

Le uve atte a produrre il vino “Soave Superiore” Classico, devono essere prodotte nella zona che comprende in parte il territorio dei comuni di Soave e Monteforte d’Alpone

Sei un appassionato di enogastronomia?
Scopri i prodotti disponibili su TOP FOOD ITALY®

Denominazione e vini (Articolo 1): La denominazione di origine controllata e garantita “Soave Superiore” già riconosciuta a denominazione di origine controllata con decreto del Presidente della Repubblica 28.05.1968 è riservata ai vini “Soave Superiore” , “Soave Superiore” Classico e “Soave Superiore” riserva che rispondono alle condizione ed ai requisiti prescritti dal presente disciplinare.

Base ampelografica (Articolo 2) I vini a denominazione di origine controllata e garantita “Soave Superiore” devono esse ottenuti dalle uve prodotte da vigneti, aventi nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica:
Garganega: almeno il 70%;
Trebbiano di Soave (nostrano) e Chardonnay: massimo 30%.
In tale ambito del 30% possono altresì concorrere, fino ad un massimo del 5%, le uve provenienti dai vitigni a bacca bianca, non aromatici, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione per la Provincia di Verona.

Caratteristiche al consumo (Articolo 6): I vini a denominazione di origine controllata e garantita “Soave superiore” all’atto dell’immissione al consumo devono rispondere alle seguenti caratteristiche:

“Soave superiore”
colore: giallo paglierino, a volte intenso con possibili riflessi verdi e oro;
odore: ampio, caratteristico floreale;
sapore: pieno e delicatamente amarognolo; nei prodotti maturati in legno il sapore può essere più intenso e persistente, anche con note di vaniglia;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 19 g/l;
zuccheri riduttori residui: max 6 g/l.

“Soave Superiore” riserva”
colore: giallo paglierino intenso, con possibili riflessi verde e oro;
odore: ampio, profondo anche con note di vaniglia;
sapore: rotondo, intenso, avvolgente con una vena amarognola nel finale, nei prodotti maturati in legno può presentare anche note di vaniglia;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,5% vol.;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 19 g/l;
zuccheri riduttori residui: max 6 g/l.

È in facoltà del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con proprio decreto, i limiti sopra indicati per l’acidità totale e l’estratto non riduttore.

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Carrello
X