Pinot nero dell’Oltrepò Pavese DOC

Vino Denominazione Origine Controllata– D.O.C. Logo Vini a Denominazione di Origine Controllata (DOC)

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione (Articolo 3): La zona di produzione delle uve destinate alla produzione del vino “Pinot nero dell’Oltrepò Pavese” comprende la fascia vitivinicola collinare dell’“Oltrepò Pavese” per gli interi territori dei seguenti comuni in provincia di Pavia: Borgo Priolo, Borgoratto Mormorolo, Bosnasco, Calvignano, Canevino, Canneto Pavese, Castana, Cecima, Godiasco, Golferenzo, Lirio, Montalto Pavese, Montecalvo Versiggia, Montescano, Montù Beccaria, Mornico Losana, Oliva Gessi, Pietra de’ Giorgi, Rocca de’ Giorgi, Rocca Susella, Rovescala, Ruino, San Damiano al Colle, Santa Maria della Versa, Torrazza Coste, Volpara, Zenevredo e per parte dei territori di questi altri comuni: Broni, Casteggio, Cigognola, Codevilla, Corvino San Quirico, Fortunago, Montebello della Battaglia, Montesegale, Ponte Nizza, Redavalle, Retorbido,Rivanazzano, Santa Giuletta, Stradella, Torricella Verzate.

  Fai una domanda

Denominazione e vini (Articolo 1): La Denominazione di Origine Controllata “Pinot nero dell’Oltrepò Pavese” è riservata ai vini rossi,
anche nella tipologia “riserva”, che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente
disciplinare di produzione.

Caratteristiche dei vini al consumo (Articolo 6): Il vino a Denominazione di Origine Controllata di “Pinot nero dell’Oltrepò Pavese” deve rispondere, all’atto dell’immissione al consumo, alle seguenti caratteristiche:

“Pinot nero dell’Oltrepò Pavese”:
– colore: rosso rubino anche scarico con possibili sfumature aranciate;
– odore: etereo, gradevole, caratteristico;
– sapore: secco, morbido o pieno con retrogusto amarognolo, ma armonico;
– titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol;
– acidità totale minima: 4,00 g/l;
– estratto non riduttore minimo: 20,00 g/l.

“Pinot nero dell’Oltrepò Pavese” riserva:
– colore: rosso anche scarico con possibili riflessi aranciati;
– odore: etereo, gradevole, caratteristico;
– sapore: secco, caldo, leggermente tannico;
– titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol;
– acidità totale minima: 4,00 g/l;
– estratto non riduttore minimo: 23,00 g/l.

In relazione all’eventuale conservazione in recipienti di legno, il sapore dei vino può rilevare lievi sentori di legno.

E’ facoltà del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, con proprio decreto, modificare per i vini di cui sopra i limiti indicati per l’acidità totale e l’estratto non riduttore.

Base ampelografica (Articolo 2)

Il vino di cui all’art. 1 deve essere ottenuto dalle uve prodotte dai vigneti aventi, nell’ambito
aziendale, la seguente composizione ampelografia:
– Pinot nero: minimo 95 %;
– altri vitigni a bacca rossa, non aromatici, idonei alla coltivazione nella Regione Lombardia,
congiuntamente o disgiuntamente: fino a un massimo del 5%.

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Non ci sono più offerte per questo prodotto!

Domande di carattere generale

Non ci sono ancora richieste.