Scheda ministeriale prodotto:

Colline Lucchesi DOC

Vino Denominazione Origine Controllata– D.O.C. Logo Vini a Denominazione di Origine Controllata (DOC)

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione (Articolo 3): La zona di produzione del vino “Colline Lucchesi” si estende nei territori dei comuni di Lucca, Capannori e Porcari.

Sei un appassionato di enogastronomia?
Scopri i prodotti disponibili su TopFoodItaly!

Sei un operatore business o del canale HORECA?
Scrivici compilando questo form per avere informazioni dettagliate e una quotazione personalizzata.

Denominazione e vini (Articolo 1): La denominazione di origine controllata “Colline Lucchesi” e’ riservata ai vini bianchi e rossi
che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione. Tali
vini sono i seguenti:
“Colline Lucchesi” rosso (anche con la menzione riserva);
“Colline Lucchesi” Sangiovese (anche con la menzione riserva);
“Colline Lucchesi” Merlot (anche con la menzione riserva);
“Colline Lucchesi” bianco;
“Colline Lucchesi” Vermentino;
“Colline Lucchesi” Sauvignon;
“Colline Lucchesi” Vin Santo;
“Colline Lucchesi” Vin Santo Occhio di Pernice.

Base ampelografica (Articolo 2)

La denominazione di origine controllata “Colline Lucchesi” (anche con la menzione riserva),
accompagnata facoltativamente dal riferimento ai colori rosso e bianco, ed obbligatoriamente da una delle specificazioni di cui appresso, e’ riservata ai vini ottenuti da uve di vitigni, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana, provenienti da vigneti aventi nell’ambito aziendale
la seguente composizione ampelografica:
“Colline Lucchesi” rosso:
Sangiovese: dal 45% al 80%;
Canaiolo, Ciliegiolo, Merlot, Syrah: da soli o congiuntamente da 10% al 50%;
possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca rossa, presenti in ambito
aziendale, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana, fino ad un massimo del 30%,
ad eccezione di Aleatico e Moscato che possono concorrere fino ad un massimo del 5%.
“Colline Lucchesi” Merlot:
Merlot: minimo 85%;
possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca rossa, presenti in ambito
aziendale, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana, fino ad un massimo del 15%,
con l’esclusione di Aleatico e Moscato.
“Colline Lucchesi” Sangiovese:
Sangiovese: minimo 85%;
possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca rossa, presenti in ambito aziendale, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana fino ad un massimo del 15% con esclusione dell’Aleatico e del Moscato.
“Colline Lucchesi” bianco: Trebbiano toscano: dal 40% al 80%; Chardonnay, Greco, Grechetto, Malvasia, Sauvignon e Vermentino da soli o congiuntamente: da 10% a 60%; possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca bianca, presenti in ambito
aziendale, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana fino ad un massimo del 25%. “Colline Lucchesi” Sauvignon:
Sauvignon: minimo 85%; possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca bianca, presenti in ambito aziendale, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana fino ad un massimo del 15%. “Colline Lucchesi” Vermentino: Vermentino: minimo 85%; possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca bianca, presenti in ambito aziendale, https://www.topfooditaly.net/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpgei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana fino ad un massimo del 15%. “Colline Lucchesi” Vin Santo: ottenuto da uve provenienti dai vitigni a bacca bianca iscritti nel Registro Nazionale delle varieta’ di vite per uve da vino approvato con D.M. 7 maggio 2004 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 14 ottobre 2004, e successivi aggiornamenti. “Colline Lucchesi” Vin Santo Occhio di Pernice: ottenuto da uve provenienti dai vitigni a bacca rossa iscritti nel Registro Nazionale delle varieta’ di vite per uve da vino approvato con D.M. 7 maggio 2004 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 14 ottobre 2004, e successivi aggiornamenti. Si riportano nell’allegato 1 i vitigni complementari che possono concorrere alla produzione dei vini a DOC “Colline Lucchesi”, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà’ di vite per uve da vino approvato con D.M. 7 maggio 2004 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 14 ottobre 2004, e successivi aggiornamenti.

Caratteristiche al consumo (Articolo 6): I vini “Colline Lucchesi” all’atto dell’immissione al consumo, devono rispondere alle seguenti
caratteristiche:

“Colline Lucchesi” rosso:
colore: rosso rubino brillante, tendente al granato se invecchiato;
odore: gradevole, caratteristico;
sapore: asciutto, armonico, morbido, vivace solo se dell’annata;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,00% vol (per la menzione riserva 11,50% vol);
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18,0 g/l.

“Colline Lucchesi” bianco:
colore: paglierino più o meno intenso;
odore: delicato, gradevole, caratteristico;
sapore: asciutto, delicato, armonico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,50% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 14,0 g/l.

“Colline Lucchesi” Sangiovese:
colore: rosso rubino, granato se invecchiato;
odore: caratteristico e gradevole;
sapore: asciutto ed armonico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol (per la menzione riserva 12,00% vol);
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18,0 g/l.

“Colline Lucchesi” Merlot:
colore: rosso rubino, con tendenza al granato se invecchiato;
odore: caratteristico, gradevole;
sapore: pieno, asciutto;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol (per la menzione riserva 12,00% vol);
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 18,0 g/l.

“Colline Lucchesi” Sauvignon:
colore: dal paglierino al dorato chiaro;
odore: delicato, quasi aromatico;
sapore: asciutto, vellutato, gradevole;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,00% vol ;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 14,0 g/l.

“Colline Lucchesi” Vermentino:
colore: giallo paglierino più o meno intenso;
odore: intenso e delicato;
sapore: morbido, fruttato, asciutto;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,00% vol ;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 14,0 g/l.

“Colline Lucchesi” Vin Santo:
colore: giallo dorato intenso tendente all’ambrato;
odore: gradevole, armonico, caratteristico;
sapore: piacevolmente dolce di passito (tipologia amabile) asciutto, vellutato, armonico
(tipologia secco);
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,00% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l nel tipo secco e 5,0 g/l nel tipo amabile;
estratto non riduttore minimo: 26,0 g/l.

“Colline Lucchesi” Vin Santo Occhio di Pernice:
colore: dal rosa pallido al rosa intenso con riflessi granati;
odore: intenso caratteristico;
sapore: dolce, morbido, vellutato;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 16,00% vol;
acidità totale minima: 4,0 g/l;
estratto non riduttore minimo: 26,00 g/l.

Regione

Tipologia di prodotto

Sezione

Carrello
Translate »
X