Carota dell'altopiano del Fucino

Prodotto Italiano ad Indicazione Geografica Protetta – I.G.P. 

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione: l’intero comprensorio dell’Altopiano del Fucino, in provincia dell’Aquila. I comuni interessati sono Avezzano, Celano, Cerchio, Aielli, Cullarmele, Pescina, S.Benedetto dei Marsi, Gioia nei Marsi, Lecce dei Marsi, Ortucchio, Trasacco e Luco dei Marsi tutti in provincia dell’Aquila

Descrizione

La zona di produzione di questa carota comprende l’intero comprensorio dell’Altopiano del Fucino, in provincia di L’Aquila. Si presenta perfettamente liscia e di colore rosso arancio, è tenera, croccante e dal sapore dolce, caratteristiche tipiche delle varietà coltivate che vengono, in questo caso, esaltate dall’altitudine (700 m s.l.m.) e dalla natura del terreno in cui la carota trova le condizioni ideali per lo sviluppo. Le carote raccolte, mediante attrezzature idonee, vengono immediatamente trasportate nei centri di lavorazione per essere condizionate in relazione alle tipologie dettate dal mercato cui andranno destinate. La raccolta avviene valutando gli stadi di maturazione più idonei nei confronti delle diverse destinazioni del prodotto, in quanto si devono fornire garanzie di conservazione e mantenimento delle caratteristiche qualitative e organolettiche. Nella pratica comune le carote da consumo fresco si raccolgono quando le radici non hanno raggiunto il loro massimo accrescimento, al fine di esaltarne le caratteristiche organolettiche, nutrizionali e in particolare la croccantezza. Per quelle destinate all’industria ci si attiene alle indicazioni degli opifici di trasformazione. La tecnica di raccolta è quella meccanica in considerazione dei costi di produzione, ma talvolta si ricorre a quella manuale per ottenere quantitativi di prodotto di qualità superiore o con particolare classificazione. Per evitare lesioni alle radici, che nelle fasi successive quali la conservazione o il confezionamento potrebbero evolversi in marciumi o muffe, compromettendo così la qualità del prodotto, particolare attenzione viene riservata alla cura e manutenzione delle attrezzature, nonché all’aggiornamento del parco macchine. Si eseguono tipologie diverse di confezionamento in riferimento alle norme citate nel Reg. CEE 730/99 (ed eventuali modifiche) e in conformità alle specifiche richieste del mercato. La conservazione del prodotto viene effettuata in magazzini frigorifero a temperatura e umidità controllate per garantire il mantenimento delle caratteristiche specifiche. Il prodotto raccolto, una volta giunto nei locali di lavorazione, viene depositato all’interno di apposite macchine che provvedono al lavaggio. L’acqua di lavorazione, classificata potabile, viene sistematicamente controllata mediante analisi chimica per garantire i requisiti essenziali di idoneità. Le carote lavate, passando attraverso un nastro trasportatore, vengono selezionate manualmente e, proseguendo nella linea di lavorazione, confezionate in appositi contenitori. La determinazione del peso è effettuata automaticamente. Le manipolazioni dovute al condizionamento sono ridotte al minimo per garantire l’integrità del prodotto. Fu il principe Alessandro Torlonia a concretizzare il proposito, già ventilato in epoche passate, di prosciugare il lago Fucino, intorno al 1862, agendo da promotore per la realizzazione dell’emissario. L’opera di bonifica si concluse solo nel 1876 lasciando la superficie disponibile alle future coltivazioni agricole. I terreni che ospitano queste coltivazioni, originati dalla sedimentazione secolare dei detriti di natura rocciosa erosi dalle montagne perimetrali, furono destinati dapprima al pascolo e successivamente a colture di cereali; e con il trascorrere degli anni, si arricchirono di quella microflora e fauna utili diventando sempre più fertili, tanto che oggi il Fucino è tra i suoli più ricchi d’Italia. Terra giovane, naturalmente fertile, considerata esente da forme di inquinamento. Le condizioni climatiche hanno, a loro volta, contribuito a completare il quadro di zona a piena vocazione per la caroticoltura. Gli agricoltori, infatti si resero conto delle potenzialità dell’area e dedicarono alla coltivazione ben 19 ettari di terreno nel 1958 (anno in cui risalgono i primi dati del censimento organico del Fucino); questi investimenti presto sono passati a mille ettari nel 1972, a 2500 nel 1994 e oggi si sono stabilizzati intorno ai 2200 ettari.

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO
La carota dell’Altopiano del Fucino si presenta di colore rosso arancio anche dopo le operazioni di pulitura, perfettamente liscia e con totale assenza di capillizio radicale, con assenza completa di colorazione verde del colletto, particolare tenerezza e croccantezza, e di sapore dolce, il che la distingue nettamente da produzioni di altre zone. Inoltre presenta un notevole tenore di carotene e vitamine. I limiti accettabili dei parametri che definiscono le caratteristiche commerciali e organolettiche si riassumono in:
• Colore: arancio intenso su tutta la radice.
• Aspetto esterno: assenza di imbrunimenti del colletto, assenza di peli radicali.
• Polpa: ricca di acqua, di sapore dolciastro, croccante e tenera.
• Beta carotene: 70-100 mg/kg.
METODICHE DI LAVORAZIONE E CONSERVAZIONE
Locali di lavorazione e conservazione: i magazzini o, altrimenti denominati, centri di lavaggio e condizionamento rispondono ai requisiti di idoneità a norma sanitaria. I locali, ben distinti per fasi di lavorazione, sono disposti in modo da consentire il transito dei prodotti distinti in base alla specie trattata (gli stessi centri provvedono al condizionamento anche di altre specie ortive del comprensorio fucense, quali insalate, cicorie, finocchi, ecc.). Le acque di lavorazione, di solito attinte da pozzi artesiani, sono controllate costantemente. Le celle frigorifero consentono la conservazione del prodotto sia allo stato sfuso sia condizionato; nel primo caso le carote possono essere conservate per 20-30 giorni, nel secondo caso le carote confezionate possono essere conservate
per circa 20 giorni.

Informazioni aggiuntive

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Non ci sono più offerte per questo prodotto!

Domande di carattere generale

Non ci sono ancora richieste.

Translate »