Carne al fornello di Locorotondo - Carn o furnid du Curdun

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano – P.A.T. 

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione: Locorotondo (Bari)

Descrizione

Descrizione sintetica del prodotto: Carne di Agnello ed Agnellone in tutte le sue parti, tagliate a pezzi del peso di 80 – 100 grammi circa, ed infilate in spiedoni d’aciaio lunghi 70 cm. e larghi 2 cm., cotti all’interno di un forno quadrato con lati ed altezza di 1 m.. All’interno del forno, sul lato sinistro, vi è una base rialzata di cinque centimetri dove è posizionato il carbone di quercia o leccio in quantità tali da produrre una temperatura all’interno di circa 170° – 190°, per la durata di 1 ora circa. Per i primi 40 minuti lo spiedo è tenuto sulla destra del forno in posizione verticale, e successivamente avvicinata al fuoco, per consentire la doratura restando sempre in posizione verticale.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura: La carne di Agnello ed Agnellone viene tagliata a pezzi del peso di 80 – 100 grammi circa, ed infilata in spiedoni d’acciaio lunghi 70 cm. e larghi 2 cm. e cotti all’interno del forno quadrato con lati ed altezza di 1 m.. All’interno del forno, sul lato sinistro, vi è una base rialzata di cinque centimetri dove è posizionato il carbone di quercia o leccio in quantità tali da produrre una temperatura all’interno di circa 170° – 190°, per la durata di 1 ora circa. Per i primi 40 minuti lo spiedo è tenuto sulla destra del forno in posizione verticale, e successivamente avvicinata al fuoco, per consentire la doratura restando sempre in posizione verticale.

Materiali, attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione e il condizionamento: Spiedoni d’acciaio di 70 cm. d’altezza e 2 cm. di larghezza, forno a legna realizzato con pietra locale, o in pietra di corigliano o in mattoni argillosi, carboni di quercia o leccio, la carne di Agnello, e Agnellone in tutte le sue parti e tagliate a pezzi del peso di 80 – 100 grammi circa.

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: Macellerie con annesso laboratorio di preparazione, forno a legna, angolo degustazione, locali di ristorazione dotati di forno a legna

Elementi che comprovino che le metodiche siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: 

Testi storici : “STRÈTA – STRÈTE cose ditte à paisène” versi in dialetto locorotondese

di Don Peppino Rosato

Pubblicato a cura del centro di cultura popolare “Antonio Bruno” Locorotondo 1960

Aspetti relativi alla sicurezza alimentare del processo ed ai materiali di contatto: Pezzi di carne selezionata e tagliata uniformemente a 80 – 100 grammi per pezzo ed infilzati in piedone d’acciaio, controllate opportunamente H.A.C.C.P. Spiedi lavati e resi sterili sulla fiamma di cottura in forno a legna.

Fonte: Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale –Assessorato Agricoltura Regione Puglia

Informazioni aggiuntive

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Non ci sono più offerte per questo prodotto!

Domande di carattere generale

Non ci sono ancora richieste.

Translate »