Carciofini sott’olio pugliesi

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano – P.A.T.

Zona di produzione: intera Regione Puglia.

 

  Fai una domanda
Descrizione sintetica del prodotto: carciofini  interi o a pezzi sott’olio. Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura: I carciofini, lavati, interi o a pezzi vengono messi a bollire in aceto. A cottura ultimata si fanno asciugare, dopodichè si dispongono in vasetti di vetro, si coprono di olio d’oliva extra vergine e si aggiungono degli aromi come aglio, prezzemolo, ecc. Materiali, attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione e il condizionamento: 
  • Asparagi selvatici o coltivati
  • Acqua e sale
  • Aceto
  • Olio extra – vergine di oliva
  • Caldaie in rame stagnato
  • Bancali in legno
  • Utensili da cucina in legno
  • Barattoli di vetro con tappi a chiusura ermetica.
Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: Normali locali abitativi, oppure locali più freschi come cantine, sottoscala, magazzini. Elementi che comprovino che le metodiche siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni:  Tradizionalità del prodotto è assicurata:
  • dalla provenienza locale della materia prima;
  • dalle caratteristiche qualitative e dalla particolarità del gusto;
dalla ricetta che viene a noi dalla tradizione culinaria passata oralmente tra generazioni di massaie. Fonte: Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale –Assessorato Agricoltura Regione Puglia

Produttori

AZIENDA AGRICOLA TURCO
LA MARIANNA
MASTROTOTARO FOOD
Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

    Non ci sono più offerte per questo prodotto!

    Domande di carattere generale

    Non ci sono ancora richieste.