Brindisi DOC

Vino Denominazione Origine Controllata– D.O.C. Logo Vini a Denominazione di Origine Controllata (DOC)

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione (Articolo 3): La zona di produzione delle uve atte alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata “Brindisi”, comprende tutto il territorio amministrativo dei comuni di Brindisi e Mesagne.

Descrizione

Denominazione e vini (Articolo 1): La denominazione di origine controllata «Brindisi» è riservata ai vini, che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione, con le tipologie di seguito riportate: Rosso, anche Novello e Riserva, Rosato, anche Spumante, Bianco, anche Spumante, Negroamaro, anche Riserva, Negroamaro Rosato, anche Spumante, Susumaniello, Chardonnay, anche Spumante, Malvasia bianca, anche Spumante, Fiano, anche Spumante, Sauvignon, anche Spumante

Base ampelografica (Articolo 2)

I vini a denominazione di origine controllata «Brindisi» devono essere ottenuti dalle uve prodotte dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografia: «Brindisi» Rosso e Rosato, minimo 70% Negroamaro; possono concorrere alla produzione di detti vini anche le uve provenienti dai vitigni Malvasia nera di Brindisi. Susumaniello, Montepulciano, Sangiovese e le uve di altri vitigni a bacca nera idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico” – iscritti nel registro nazionale delle varietà di vite per uve da vino approvato, con D.M. 7 maggio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 14 ottobre 2004 e successivi aggiornamenti, riportati nell’allegato 1 del presente disciplinare – da sole o congiuntamente, nella misura massima del 30% . «Brindisi» Negroamaro o Negro amaro, Rosso e Rosato, minimo 85% Negroamaro; possono concorrere alla produzione di detti vini, da sole o congiuntamente, anche le uve di altri vitigni a bacca nera idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico”, nella misura massima del 15% come sopra identificati.

«Brindisi» Susumaniello, minimo 85% Susumaniello; possono concorrere alla produzione di detti vini, da sole o congiuntamente, anche le uve di altri vitigni a bacca nera idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico”, nella misura massima del 15% come sopra identificali. «Brindisi» Bianco, minimo 80% Chardonnay, Malvasia bianca, da sole o congiuntamente: possono concorrere alla produzione di detti vini, da sole o congiuntamente, anche lesive di altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico”, – iscritti nel registro nazionale delle varietà di vite per uve da vino approvato, con D.M. 7 maggio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 14 ottobre 2004 e successivi aggiornamenti, riportati nell’allegato 1 del presente disciplinare nella misura massima del 20% come sopra identificati, ad esclusione dei moscati. «Brindisi» Chardonnay, minimo 90% Chardonnay; possono concorrere alla produzione di detti vini, da sole o congiuntamente, anche le uve di altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico”, nella misura del 10%, come sopra identificati, ad esclusione dei moscati. «Brindisi» Malvasia bianca, minimo 90% Malvasia bianca; possono concorrere alla produzione di detti vini, da sole o congiuntamente, anche le uve di altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico”, nella misura del 10%, come sopra identificati, ad esclusione dei moscati. «Brindisi» Fiano, minimo 90% Fiano; possono concorrere alla produzione di detti vini, da sole o congiuntamente, anche le uve di altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico”, nella misura del 10% ad esclusione dei moscati. «Brindisi» Sauvignon, minimo 90% Sauvignon; possono concorrere alla produzione di detti vini, da sole o congiuntamente, anche le uve di altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella Regione Puglia per la zona di produzione omogenea “Salento-Arco Ionico”, nella misura del 10%, come sopra identificati, ad esclusione dei moscati.

Caratteristiche al consumo (Articolo 6):

I vini di cui all’articolo 1 devono rispondere, all’atto dell’immissione al consumo, alle seguenti caratteristiche:

«Brindisi» Rosso: – colore: rosso rubino più o meno intenso talvolta con ri tiessi tendenti al rosso mattone con l’invecchiamento; – odore: etereo caratteristico, intenso; – sapore: pieno, vellutato, armonico; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00%; per il Riserva 12,50% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/l: – estratto non riduttore minimo: 24,0 g/l; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/l.

«Brindisi» Rosato: – colore: rosato più o meno intenso; – odore: leggermente vinoso, giustamente persistente, fruttato se giovane; – sapore: armonico; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/l; – estratto non riduttore minimo: 19,0 g/l; zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/l.

«Brindisi» Rosato Spumante: – spuma: fine e persistente; – colore: rosato più o meno intenso; – odore: delicato, fruttato, con note di lievito; – sapore: fresco, armonico; da extrabrut a extradry; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5 % vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1: – estratto non riduttore minimo: 14,0 g/1.

«Brindisi» Negroamaro: – colore: rosso rubino più o meno intenso con eventuali riflessi tendenti al rosso mattone con l’invecchiamento; – odore: etereo caratteristico, gradevole e intenso; – sapore: pieno, armonico; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00%; per il Riserva 12,50% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1 ; – estratto non riduttore minimo: 24,0 g/1; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/1.

«Brindisi» Negroamaro Rosato: – colore: rosato più o meno intenso; – odore: leggermente vinoso, giustamente persistente, fruttato se giovane: – sapore: armonico; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 19,0 g/1; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/1.

«Brindisi» Negramaro Rosato Spumante: – spuma: fine e persistente; – colore: rosato più o meno intenso; – odore: delicato, fruttato, con note di lievito; – sapore: fresco, armonico; da extrabrut a extradry; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,5% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 14,0 g/1

«Brindisi» Susumaniello: – colore: rosso rubino, con riflessi violacei; – odore: di frutti di bosco; – sapore: vellutato, persistente e armonico; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 24,0 g/1; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/1.

«Brindisi» Bianco: – colore: giallo paglierino tenue anche con riflessi verdolini; – odore: caratteristico, gradevolmente fruttato:
– sapore: fresco e fruttato; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 15,0 g/1; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/1.

«Brindisi» Bianco Spumante: – spuma: fine e persistente; – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: delicato, fruttato, con note di lievito; – sapore: fresco, armonico; da extrabrut a extradry; – titolo alcolometrìco volumico totale minimo: 11,50% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 14,0 g/1.

«Brindisi» Chardonnay: – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: intenso e caratteristico; – sapore: sapido, caratteristico; – titolo alcolometrìco volumico totale minimo: 11,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 15,0 g/1; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/1.

«Brindisi» Chardonnay Spumante: – spuma: fine e persistente; – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: delicato, fruttato, con note di lievito; – sapore: fresco, armonico; da extrabrut a extradry; – titolo alcolometrìco volumico totale minimo: 11,50% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 14,0 g/1.

«Brindisi» Fiano: – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: intenso e caratteristico; – sapore: sapido, asciutto, caratteristico: – titolo alcolometrìco volumico totale minimo: 11,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 15,0 g/1; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/1.

«Brindisi» Fiano Spumante: – spuma: fine e persistente; – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: delicato, fruttato, con note di lievito; – sapore: fresco, armonico; da extrabrut a extradry; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; estratto non riduttore minimo: 14,0 g/1.

«Brindisi» Malvasia bianca: – colore: giallo paglierino intenso; – odore: caratteristico e intenso; – sapore: caratteristico, armonico; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/1; – estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10 g/l.

«Brindisi» Malvasia bianca Spumante: – spuma: fine e persistente; – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: delicato, fruttato, con note di lievito; – sapore: fresco, armonico; da extrabrut a extradry; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/l; – estratto non riduttore minimo: 14,0 g/l.

«Brindisi» Sauvignon: – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: caratteristico e intenso; – sapore: sapido, caratteristico; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/l; – estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l; – zucchero riduttore residuo non superiore a 10,0 g/l.

«Brindisi» Sauvignon Spumante: – spuma: fine e persistente; – colore: giallo paglierino più o meno intenso; – odore: delicato, fruttato, con note di lievito; – sapore: fresco, armonico; da extrabrut a extradry: – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/l; – estratto non riduttore minimo: 14,0 g/l.

«Brindisi» Novello: – colore: rosso più o meno intenso; – odore: leggermente vinoso, giustamente persistente, fruttato; – sapore: vellutato armonico e gradevole; – titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol; – acidità totale minima: 5,0 g/l; – estratto non riduttore minimo: 19,0 g/l; – zuccheri residui 3%.

I vini Spumante di cui al presente Articolo 6, possono essere prodotti nelle seguenti tipologie di sapore: da extra brut a extra dry, nel rispetto dei limiti di zucchero previsti dalla normativa comunitaria. È facoltà del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali modificare, con proprio decreto, i limiti minimi sopra indicati per l’acidità totale e l’estratto non riduttore minimo.

Informazioni aggiuntive

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto