Asparagi sott’olio

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano – P.A.T.  

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione: intera Regione Puglia.

 

Descrizione

Descrizione sintetica del prodotto: Asparagi selvatici o coltivati, interi o a pezzi sott’olio.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura: Gli asparagi spontanei o coltivati in azienda, lavati, interi o a pezzi vengono messi a bollire in aceto. A cottura ultimata si fanno asciugare, dopodichè si dispongono in vasetti di vetro, si coprono di olio d’oliva extra vergine e si aggiungono degli aromi come aglio, prezzemolo, ecc.

Materiali, attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione e il condizionamento: 

  • Asparagi selvatici o coltivati
  • Acqua e sale
  • Aceto
  • Olio extra – vergine di oliva
  • Caldaie in rame stagnato
  • Bancali in legno
  • Utensili da cucina in legno
  • Barattoli di vetro con tappi a chiusura ermetica.

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: Normali locali abitativi, oppure locali più freschi come cantine, sottoscala, magazzini.

Elementi che comprovino che le metodiche siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: 

Tradizionalità del prodotto è assicurata:

  • dalla provenienza locale della materia prima;
  • dalle caratteristiche qualitative e dalla particolarità del gusto;

dalla ricetta che viene a noi dalla tradizione culinaria passata oralmente tra generazioni di massaie.

Fonte: Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale –Assessorato Agricoltura Regione Puglia

Informazioni aggiuntive

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto