Agnolotti

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano – P.A.T. 

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione: Tutto il piemonte

Gli agnolotti sono una pasta fresca con ripieno, che si distingue per ricchezza, varietà e sapidità a seconda delle zone di produzione. Gli agnolotti hanno una caratteristica forma quadrata.
La sfoglia è ottenuta con farina di frumento,uova, sale ed eventualmente Grana Padano. Il ripieno contiene arrosto magro di vitello, uova,Grana Padano,sale pepe, noce moscata ed eventualmente spinaci o erbette o cavoli.
Altre ricette, invece, prevedono per il ripieno un arrosto misto composto da maiale, da bovino e da coniglio (o, talvolta, da pollo). In alcune località, l’arrosto è sostituito da un brasato di solo manzo. A Pontestura in provincia di Alessandria,invece,il ripieno è composto da un trito di arrosto di carne bovina e suina e prosciutto a cui si aggiungono uova, formaggio e Grana Padano grattugiato.

Metodo di preparazione: La preparazione del ripieno varia per i differenti ingredienti impiegati a seconda delle zone del Piemonte. L’arrosto di carne magra di vitello è fatto rosolare con del burro,della cipolla affettata,uno spicchio di aglio ed un rametto di rosmarino. Successivamente, si lessano gli spinaci o le erbette o i cavoli.Il tutto,unito alla carne,viene passato nel tritacarne e si aggiunge abbondante formaggio Grana Padano grattugiato, uova, sale,pepe ed un pizzico di noce moscata.
Per preparare la pasta occorre impastare per alcuni minuti la farina di frumento, le uova ed, eventualmente, un pò di formaggio grattugiato. Poi, con l’ausilio di un matterello,si tirano due sfoglie sottili di pasta e si pongono, su una di esse,dei mucchietti di ripieno. Si adagia, poi, l’altra sfoglia di pasta. Infine,con un’apposita rondella dentata,si separano gli agnolotti.
In alternativa,si può utilizzare un apposito stampo per Agnolotti e,quindi si dispone su di esso prima un foglio di pasta,poi,in corrispondenza degli incavi un pò di ripieno ed infine l’altro foglio di pasta. Si passa, dunque, un matterello e si ottiene un rettangolo composto,abitualmente,da 12-24 agnolotti che,prima di essere cotti,devono essere separati gli uni dagli altri.

Storia: Gli Agnolotti sono un primo piatto tradizionale delle grandi festività del passato (1800).
L’etimologia di Agnôlot è incerta: secondo alcuni deriva dal parmense “anolino”, a causa della dimensione simile ad una vera matrimoniale;secondo altri il nome deriva da un cuoco del Monferrato, Angelotu (Angiolino). Il suo piatto,”Piat d’Angelot”, a poco a poco sarebbe diventato “Agnolot”.

Curiosità: Gli agnolotti possono essere lessati in brodo di carne oppure cotti e conditi con burro fuso e salvia, con sugo di arrosto o con sugo di brasato, o, seguendo un’antica tradizione, immersi in un bicchiere di vino rosso corposo.

Fonte: http://www.piemonteagri.it/qualita/it/

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Non ci sono più offerte per questo prodotto!

Domande di carattere generale

Non ci sono ancora richieste.

Translate »