Aglio rosso di Castelliri

 

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano – P.A.T.  

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione: Castelliri (FR), Isola del Liri (FR)

Descrizione

Tipologia produzione: A rischio
Periodo di produzione: La semina avviene nel periodo che va da fine novembre ad inizio gennaio. La raccolta avviene nei primi quindici giorni di giugno.
Mercato di riferimento: Prevalentemente locale
Descrizione del prodotto: L’aglio rosso di Castelliri presenta una tunica dal caratteristico colore rosso, forma ovale del bulbo, colore bianco, il peso medio di una testa di aglio è di 60g circa. Il sapore è acre, pungente e piccante.
Elementi di tradizionalita’ del processo produttivo: Utilizzo dell’ecotipo locale riprodotto in azienda e metodiche di lavorazione. Le piante sono sottoposte alla bagnatura in tini di legno, che consiste nell’immersione delle code (foglie) per una notte intera, prima di eseguire l’intrecciatura manuale.
Materiali utilizzati nella tradizione locale: Attrazzature agricole
Locali utilizzati nella tradizione locale: Locali adibiti all’asciugatura ed alla conservazione del prodotto. Tini di legno impiegati nella fase di bagnatura delle code (foglie) della pianta.
Storia tradizionale del Prodotto: La coltivazione dell’aglio è presente nel comune di Castelliri da tempi remoti. Numerose sono le testimonianze orali e fotografiche che documentano la storia di questa coltura. Ancora oggi le metodiche di coltivazione, lavorazione e conservazione del prodotto rispettano i tempi e i modi della tradizione storica.
Note: La coltivazione dell’aglio rosso di Castelliri avviene sia in collina che in pianura e la coltura torna su uno stesso terreno dopo 3 – 4 anni. All’aglio rosso di Castelliri è stato attribuito il primo premio nell’ambito di una gara gastronomica della Nazionale italiana cuochi, tenutasi a Liegi in Lussemburgo.
Ottenuto anche con metodo Biologico: SI

Informazioni aggiuntive

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto