Scheda ministeriale prodotto:

Fiadone - R Sciatun

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano – P.A.T.  

ELENCO PRODUTTORI

Zona di produzione: intero territorio regionale, particolarmente conosciuti sono quelli di Rionero Sannitico (IS), Riccia, Santa Croce di Magliano, San Giuliano del Sannio in provincia di Campobasso.

Sei un appassionato di enogastronomia?
Scopri i prodotti disponibili su TopFoodItaly!

Sei un operatore business o del canale HORECA?
Scrivici compilando questo form per avere informazioni dettagliate e una quotazione personalizzata.

Caratteristiche del prodotto: Il prodotto finito si presenta generalmente a forma circolare del diametro di circa 40 cm, e con altezza variante tra 4-5 cm. In alcuni casi, il prodotto finito, ha la forma a mezza luna.

Metodiche di lavorazione: Le materie prime sono: formaggio fresco di capra, vacca o misto, uova, uva sultanina, cedro, frutta candita, cannella, zucchero, liquore. In alcuni comuni del Basso Molise il fiadone viene realizzato a base di ricotta, zucchero e buccia di limone non disdegnando anche l’utilizzo nell’impasto di salsiccia e formaggio. Si versa la farina sulla spianatoia, aggiungendo zucchero, si battono le uova con la sugna ammorbidita a temperatura ambiente e l’olio. Si impastano rapidamente tutti gli ingredienti e si lavora il composto fino a renderlo omogeneo e liscio, quindi lo si avvolge con un tovagliolo pulito lasciandolo riposare. Per preparare il ripieno, in un’insalatiera battere le uova con il formaggio grattugiato, si aggiunge lo zucchero, una grattata di limone, il prezzemolo tritato finemente e si amalgama il composto che non deve essere molto liquido. Si riprende la pasta e la si stende sulla spianatoia con il matterello in due sfoglie non troppo sottili; con la prima foderare un ruoto unto ed infarinato, versare il ripieno coprendolo con l’altra sfoglia. Ripiegare i bordi del “fiadone”, schiacciando con la punta delle dita, o con un ditale, pennellare la superficie con un uovo battuto ed infornare per circa un’ora a 180°. Si producono in prevalenza a Pasqua e a Carnevale.

Materiali e attrezzature per la preparazione: Matterello, frusta, grattugia, ditale, forbici, tortiera di rame stagnato e forno per la cottura.

Elementi che comprovano la tradizionalità:
Referenze bibliografiche
• Rionero paese mio – di Alfredo e Mirella Di Vincenzo.
• Vocabolario “Dialetto Agnonese” di Giuseppe Cremonese Tipografia Gabriele Bastone Agnone 1898, pagina 107.
• Vastogirardi il paese il suo agro e la sua storia, di Teodoro Vincenzo Busisco dicembre 1975, pagina 56.

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Carrello
Translate »