Scheda ministeriale prodotto:

Corniola

Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano (P.A.T.)

Zona di produzione: È compresa esclusivamente nella provincia di Forlì – Cesena

 

Sei un appassionato di enogastronomia?
Scopri i prodotti disponibili su TopFoodItaly!

Sei un operatore business o del canale HORECA?
Scrivici compilando questo form per avere informazioni dettagliate e una quotazione personalizzata.

Materia prima: ciliegia (frutti di ciliegio dolce, Prunus avium)

Tecniche di produzione: da sempre coltivata nelle colline dell’areale indicato con forma d’allevamento a vasetto o libera o a fusetto a seconda del portinnesto impiegato e quindi della vigoria (già di per sé elevata) ottenuta con le combinazioni d’innesto. I portinnesti impiegati sono il franco, il colt, e recentemente CAB e MAXMA 14. La coltivazione è (dove possibile) irrigua; alcuni agricoltori eseguono interventi in verde di cui la pianta beneficia, oltre alla classica potatura su bruno. La coltivazione abbisogna di concimazione (NPK) e di terreni profondi e freschi, con buona dotazione di sostanza organica. La raccolta dei frutti è manuale e viene eseguita (a seconda dell’areale) dal 20 giugno sino al 15/20 luglio nelle zone più tardive.

Materiali e attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione, il condizionamento o l’imballaggio dei prodotti: i frutti vengono lavorati (cernita e calibratura manuali) direttamente in campagna. In alcune aziende la lavorazione avviene nel centro aziendale per facilitare le operazioni ed abbassare il calore di campo dei frutti. Il confezionamento è effettuato in plateau dalla capacità di 5 o 6 Kg, con prodotto sfuso o in cestini da 1 Kg.

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: il prodotto raccolto non viene conservato ma nella notte viene trasportato dagli agricoltori stessi ai vari centri di vendita (mercati ortofrutticoli)

EVENTUALI DISPOSIZIONI REGOLAMENTARI SPECIFICHE

Consorzi, associazioni, comitati: da circa 15 anni è sorta e si prodiga per la valorizzazione di questo antico frutto l’associazione APROCCC: associazione produttori ciliegie colline cesenati

Marchi registrati: APROCCC la ciliegia delle colline cesenati

COMMERCIALIZZAZIONE

Stima della quantità prodotta annualmente: a seconda della produttività delle annate le aziende associate producono circa 1000 – 1200 Q.li di corniole.

Tipo e numero aziende: le aziende associate ad oggi (agosto 2019) sono circa una quindicina e con orientamento frutticolo.

iniziative promozionali: gli agricoltori associati aproccc commercializzano i plateau di corniole con una fascetta posta diagonalmente con su scritto: “corniola – prodotto tipico”.

UTILIZZAZIONE

Ricette: molto conosciuti ed apprezzati sono i frutti di corniola posti sotto alcool

STORIA E COSTUME

Cenni storici: la ciliegia corniola è coltivata da sempre nell’areale sopradescritto.

Referenze bibliografiche: come riporta il volume “Indagine sulle culture del ciliegio diffuse in Italia” (di Baldini E. e collab. 1973,Ed. Riv. di Coltivazioni Arboree, CNR, Bologna, pp 213)la ciliegia corniola è presente in provincia di Forlì – Cesena per circa l’1%.

PROMOTORI

Nome Babbini Loris (dott. agr.) coordinatore aproccc
Indirizzo aproccc via coomunale santa lucia 870 47
Numero telefonico Babbini Loris:3451566340
Indirizzo di posta elettronica: lorisbabbini@virgilio.it

Regione

Sezione

Tipologia di prodotto

Carrello
Translate »