Azienda Agricola Antonio Marino Russo

Titolare: Antonio Marino Russo

Telefono: 335 7102415

Email: antoniomarino.russo@virgilio.it

Produzione e vendita diretta di vino DOC Atina Cabernet rosso, Vino IGT Maturano, del Vino IGT Maturano e di Olio Extravergine di Oliva della Terra di San Bendetto a pochi Km dall’Abbazia di Montecassino. In Ciociaria, terra di antichi sapori e tradizioni puoi gustare un Vino DOC di qualità e olio extra vergine di oliva dal colore verde smeraldo e dall’intenso profumo.

L’azienda con la sua gestione a carattere familiare unisce l’esperienza in campo agronomico con la passione per la terra.

Presso la nostra azienda è possibile acquistare direttamente i prodotti della terra. Il rapporto di fiducia e lealtà che ci lega ai nostri clienti ci impone un controllo accurato della qualità in tutte le fasi della produzione.

E’ proprio la limitata produzione che consente al titolare di dedicare la massima cura a tale controllo.

Vi condurremo alla scoperta dei nostri sapori, colori, atmosfere ed esperienze che, traendo origini da tempi antichi, hanno saputo ben legarsi alle nostre terre, le TERRE DI SAN BENEDETTO.

L’azienda è situata nel territorio della Ciociaria alle falde di Montecassino, antica terra di Lavoro e già possedimento dei monaci Benedettini.

I terreni sono per lo più pianeggianti di origine alluvionale di medio impasto tendente allo sciolto.

L’azienda, nata con l’attuale denominazione nel 1982, esisteva già come azienda di famiglia.

Il centro aziendale è situato nel comune di Cassino in loc. Tora e comprende anche terreni siti nel comprensorio del GAL di Alvito, nel comune di S. Elia Fiumerapido. I terreni, coltivati a vigneto, sono compresi nella perimetrazione geografica di “Atina Cabernet” D.O.C.

Il titolare, dottore agronomo, da anni mette in pratica sul territorio tutte le proprie conoscenze in materia di agricoltura, nella conduzione è aiutato da un addetto a tempo parziale. La presenza in azienda del titolare consente un rapporto diretto e amichevole con la clientela, franco sotto il profilo delle relazioni interpersonali e professionali.

Il contatto umano e confidenziale con la clientela è un elemento centrale su cui si basa il rapporto commerciale dei propri prodotti.

Le coltivazioni prevalenti sono:
1) VITE: Cabernet Sauvignon e Franc, Syrah e Merlot -Maturano, Pamanaro, Lancellotta, Fiano Grappa distillata dalle vinacce aziendali.

2) OLIVO tradizionale: cultivar Moraiolo Frantoio Itrana e Coratina.

3) OLIVO SEMI-INTENSIVO: impianto sperimentale con varietà nanizzanti italiane (Don Carlo, Giulia, FS17).

4) Cereali e Foraggi: L’azienda dispone di circa 300 piante di olivi tradizionali e circa 1.500 di olivi semintensivi. Le attrezzature utilizzate sono macchine semoventi (trattrici per un totale di 185 HP), con attrezzatura completa per la lavorazione dei terreni, la raccolta e trasformazione aziendale dei prodotti.

L’azienda di famiglia risale alla fine dell’ottocento.

Fino da allora le nostre tradizioni sono state tramandate di generazione in generazione, adeguate e corrette con attenzione nel corso degli anni, in modo tale da migliorare il prodotto ed essere sempre al passo coi tempi.

Le produzioni aziendali erano costituite da vino e olio che estraevano con torchi in pietra di cui ne sono rimasti alcuni componenti in pietra. Si producevano anche foraggi e cereali.

Il padre Eugenio, vinse nel dicembre del 1935 il primo premio per la coltivazione del grano conferitogli dalla “Cattedra Ambulante di Agricoltura di Frosinone”.

Il figlio Antonio Marino ne raccolse l’amore per la terra. Ciò lo indirizzò verso studi attinenti (Laurea in Scienze Agrarie presso L’Universita degli Studi Federico II di Portici, voto: 110/110).
Poco dopo ha ottenuto l’abilitazione alla libera professione e si è iscritto all’Ordine dei dottori Agronomi e Forestali di Roma e Lazio fino alla costituzione, nella Provincia di Frosinone, dell’Ordine Provinciale di cui è stato presidente fino al 2005. Attualmente è Presidente Provinciale di Confagricoltura Frosinone.

La passione per la materia lo ha portato ad intraprendere la professione dell’insegnamento quale docente di ruolo di Tecnica della Gestione Aziendale, Economia Agraria ed Estimo fino al 1993.

Accorpati i terreni di famiglia ed avvalendosi delle più moderne tecniche di coltivazione, ha iniziato un percorso di miglioramento fondiario attraverso la conversione di terreni seminativi in olivicoli. Ha acquistato terreni, messi a vite, nel comune limitrofo di Sant’Elia Fiumerapido (Terra dell’Atina Cabernet Doc).

Ha recentemente ristrutturato i fabbricati di famiglia, si è dotato di una cantina e di tutti i più moderni macchinari necessari per la trasformazione, la conservazione e l’imbottigliamento dei prodotti.

Oggi l’azienda vanta, a livello qualitativo, una pregevole produzione di vino e olio ottenuta dalla trasformazione dei prodotti aziendali.

Il Cabernet di Atina è un vino doc di nicchia, che pochi conoscono.

La denominazione di origine controllata “Atina” è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione del D.D. 26/APRILE/1999. Per il vino Atina Cabernet e Atina Cabernet Riserva sono utilizzate le seguenti percentuali di uve: cabernet sauvignon e franc minimo 85%, il rimanente 15% è costituito da altri vitigni a bacca nera  raccomandati e/o autorizzati per la provincia di Frosinone.

Sia per il Rosso sia per il Cabernet Riserva l’invecchiamento deve avvenire per minimo due anni di alcuni sei mesi in botti di legno. La zona di produzione è molto limitata e i  produttori sono pochi ma dedicano al vino tempo e passione, ottenendo così un prodotto di qualità unico e irripetibile.

L’areale del “Atina Cabernet” ricade nella provincia di Frosinone e comprende i terreni vocati alla qualità di tutto o parte del territorio amministrativo dei seguenti comuni:

Atina Gallinaro, Belmonte Castello, Picinisco, Sant’Elia Fiumerapido, Alvito, Villa Latina, San Donato Valcomino, Vicalvi, Casalattico, Casalvieri e Settefrati.
 
Storia del Vino Atina Cabernet
Il Cabernet – Sauvignon è un vitigno di origine bordolese, nelle zone del Medoc e delle Graves ed è senz’altro la varietà più rinomata al mondo per la produzione di vini di grande qualità e longevità.
 
Ha grandi capacità di adattamento alle più disperate condizioni climatiche e tecniche di vinificazione, mantenendo le sue caratteristiche di riconoscibilità pur esprimendo perfettamente anche quelle del territori. E’ in grado di produrre vini intensi già nel colore, ricchi di tannini e sostanze aromatiche, capaci di lunghi invecchiamenti; grazie alla grande struttura di questo vitigno, si possono osare lunghe macerazioni e affinamento in legno, soprattutto rovere francese, che gli consentono nel tempo di esprimere un bouquet complesso e affascinante.
 
Si tratta di un prodotto che raramente si trova al di fuori della nostra area di produzione e che il degustatore attento e ed esigente sicuramente non potrà fare a meno di aggiungere alla sua cantina. 
 
Le origini del vino risalgono alla metà dell’Ottocento e sono legate all’attività di un agronomo, Pasquale Visocchi, che impiantò vitigni di Cabernet e Merlot nel territorio del comune di Atina, al centro della Valle di Comino dopo aver appreso in Francia i segreti dell’Enologia. I vigneti impiantati dettero ottimi risultati grazie al clima caldo e secco della valle. Nel 1868 nacque lo stabilimento enologico “Fratelli Visocchi” intestato a Pasquale e Francescantonio che lavorava 4.600 q.li di uve provenienti dalle vigne che i Visocchi possedevano in Atina, Gallinaro e S. Elia Fiumerapido, località Chiusanuova. 
 
I vigneti dell’azienda Russo sono situati nel comune di S. Elia Fiumerapido, a brevissima distanza dai terreni nei quali il Visocchi impiantò i suoi primi vitigni.

Nella coltivazione è posta particolare attenzione allo stato fitosanitario delle piante e all’uso dei fitofarmaci.

Si utilizza prevalentemente il metodo della lotta integrata che richiede un maggiore monitoraggio delle colture in tutte le sue fasi fenologiche ed interventi mirati solo all’occorrenza.

La lotta contro le infestanti è fatta con lavorazioni superficiali e decespugliatori a spalla.

La raccolta viene effettuata al momento opportuno, al giusto grado di maturazione.

Le olive sono raccolte a mano, sulla pianta con l’uso di agevolatori e reti. L’intervallo di tempo tra la raccolta e la molitura non supera mai le 12 ore.

Per la concimazione si utilizzano concimi di origine organica (consentiti nel metodo BIOLOGICO).

Si presta particolare attenzione ad una somministrazione equilibrata nel tempo e nelle dosi, al fine di favorire il giusto rapporto tra sviluppo vegetativo e produzione e soprattutto il giusto grado di maturazione dei frutti.

La potatura è manuale, attenta e scrupolosa al fine di:

1. equilibrare lo sviluppo vegetativo con la produzione dei frutti;
2. minimizzare i periodi di scarsa produzione;
3. prolungare il tempo di produttività della pianta;
4. ritardare la senescenza;

Ogni volta che portiamo un bicchiere alle labbra ci fermiamo a riflettere: E’ buono questo vino? Che sapore ha? Che profumi sento? A quale vino lo posso paragonare?

Al di là delle guide e dei grandi sommelier, siamo noi con la nostra cultura, la nostra sensibilità, il nostro vissuto, le nostre tradizioni a scegliere il vino che più ci aggrada. Il vino giusto per l’occasione giusta.

Il concetto di qualità è molto ampio e complesso.
Alla base di tutto il vino di qualità è riconducibile ad un concetto molto semplice ed immediato di piacevolezza. Il fattore della piacevolezza è comprensivo di diversi parametri di valutazione:
acidità, amaro, salato, dolce e sensazione tattile.
Tutti questi fattori sono stati creati in modo equilibrato ed armonico nelle “TERRE DI SAN BENEDETTO”

Si parte dalla scelta del terreno un terreno con tessitura franca ricco di scheletro. Le uve, come da disciplinare sono prevalentemente Cabernet che danno un vino rosso rubino, intenso strutturato con tannini dolci. Tali vitigni sono molto diffusi nel nord Italia ed in Francia per cui son adatti ad un clima atlantico. Il Cabernet di Atina, invece, ha disposizione più sole e meno acqua. Tali caratteristiche sono più intense e gli aromi sono esaltati.

Nella fase di coltivazione i patogeni sono costantemente monitorati e controllati, le concimazioni sono equilibrate in modo da ottenere un giusto rapporto superfice fogliare/grappoli.

La vendemmia ha una breve durata ma è dedicata grande attenzione.

La raccolta è manuale ed eventuali grappoli con muffe verrano separati.

Per la fermentazione si usano lieviti selezionati. E’ fondamentale per il giusto rilascio dei tannini e degli antociani. Per ottenere un vino “importante” tale periodo arriva anche fino a 20 giorni.

Dopo la macerazione si svina e le bucce verranno delicatamente pressate.

Successivamente verrà travasato in acciaio dove i batteri lattici trasformeranno l’acido malico in acido lattico dal gusto più morbido.

A questo punto il vino è pronto per l’affinamento in botti di rovere per un periodo minimo di 6 mesi

L’uso frequente dell’olio extra vergine nella dieta è stato associato ad una riduzione di rischio oncologico soprattutto nella prevenzione del tumore della mammella, ad un migliorato metabolismo del colesterolo, ad una minore incidenza nell’insorgenza del diabete.

L’oleuropeina, principale costituente polifenolico amaro della drupa (e del flavor dell’olio) con i suoi composti di degradazione, ha un’azione coronaro-dilatatrice, ipoglicemica e anticolesterolemica.

Oltre alle qualità nutrizionali, intrinseche del prodotto, una particolare attenzione è riservata alle qualità organolettiche.
Modificazioni importanti delle frazioni volatile e fenolica, che influenzano negativamente le caratteristiche organolettiche, la stabilità all’ossidazione e le caratteristiche nutrizionali dell’olio, vengono rilevate negli oli derivanti da olive danneggiate dalla mosca dell’olivo (Bactrocera oleae).

La mosca è tenuta sotto controllo attraverso attento monitoraggio con trappole a feromoni ed un intervento solo quanndo l’attacco della mosca supera la soglia d’intrevento del 5%.

Le concimazioni sono equilibrate e frazionate nel tempo.

Lo stato di maturazione dei frutti influenza il contenuto di acido oleico, le composizioni sterolica e alcolica alifatica e triterpenica, i contenuti di pigmenti, vitamine, sostanze fenoliche e composti volatili responsabili dell’aroma.

Esiste tuttavia un momento ottimale di raccolta, quando la curva dei polifenoli delle singole varietà è massima.

Le olive sono trasportate in cassette di plastica aperte che permettono la circolazione di aria per evitare il riscaldamento dei frutti a causa dalla loro attività catabolica.

Nell’arco delle 12 ore le olive sono già molite a freddo con temperature inferiori ai 25°C.

Una volta che l’olio è stato ottenuto è stoccato in serbatoi di acciaio e chiusi ermaeticamente con coperchio munito di camera d’aria, escludendo ogni fonte di odore, piacevole o no.

In conclusione, l’olio di oliva vergine, ben estratto dalle olive sane e ben conservato, preserva la composizione originariamente presente nel frutto particolarmente ricca di sostanze con importanti effetti sulla salute umana.

Esperienza in campo agronomico con la

I Prodotti

Vino DOC Atina Cabernet

Il vino D.O.C. Cabernet di Atina nasce in prevalenza dal vitigno Cabernet.
Il Cabernet Sauvignon affonda le sue radici nella leggenda.
C’è chi ne attribuisce le origini al vino e vitigno greco Kapnios. La denominazione greca Kapnios, “affumicato”, dal quale in latino vinum fumo inveteratum (Plinio, N.H. XXIII, 40), si applicava peraltro ad altri vini quale un vitigno molto rustico, la carbunica, chiamata così perché l’uva in pianta veniva ricoperta con polvere di carbone per farla maturare meglio (il carbuncolo di Columella), rimasto nella tradizione francese fino al Medioevo come vins enfumé.
Da qui deriverebbe poi la ‘vitis caburnica’, da cui il “Cabernet”.
Studi scientifici, basati su analisi genetiche, la farebbero inoltre ritenere frutto dell’incrocio spontaneo, avvenuto ormai quattro secoli fa, tra il Sauvignon blanc (a bacca bianca) e il Cabernet Franc (a bacca rossa).
L’unica certezza è che il vitigno Cabernet Sauvignon assieme a molti altri di derivazione francese giunse nella zona di Atina, Gallinaro e Sant’Elia Fiumerapido attorno al 1860 e qui vi attecchì felicemente grazie soprattutto alle capacità e caparbietà di Pasquale Visocchi che ne coltivò i vitigni presso la tenuta di Chiusanova a  Sant’Elia Fiumerapido poco distante dai terreni aziendali.
Nonostante gli sconvolgimenti dovuti alla fillossera e al secondo conflitto mondiale il vitigno in questione conosce una nuova recente stagione e continua oggigiorno a stupire a tavola per i suoi sentori ed il tipo di terroir inconfondibile.
E’ in questo contesto che opera l’azienda agricola Russo, orgogliosa di produrre un vino di cui va giustamente fiera.
La vendemmia è manuale, la vinificazione si avvale di professionalità ma soprattutto di passione per il proprio lavoro. E’ questo, ne siamo certi, è il miglior viatico per ottenere un prodotto di alta qualità.

Il gusto corposo, l’aroma intenso, il rosso rubino, lo rendono piacevole alla vista, all’olfatto e soprattutto al gusto quando si accompagna a carni rosse o formaggi dal sapore intenso.

Nome del prodotto: Terra di San Benedetto-Atina Cabernet.

Colore: rosso rubino più o meno carico.

Profumo: fruttato, erbaceo, caratteristico;

Sapore: asciutto, armonico, erbaceo;

Titolo alcolometrico volumico totale : 13,50% vol.;

Acidità totale: 5,00 g/l;estratto secco netto minimo: 20,00 g/l;

Abbinamenti: piatti piuttosto strutturati e corposi a base di carni sia bianche che rosse e anche selvaggina da pelo e servito ad una temperatura di circa 18–20°C

bottiglia da 750 ml € 12,00

Contatta il Produttore

Vino IGT Maturano

Il vitigno Maturano è un antico vitigno autoctono laziale, orginario della Val di Comino, di recente riscoperta, iscritto nel Registro Nazionale delle varietà di vite da vino nel 2010, assieme al vitigno Pampanaro bianco.
Questi vitigni sono stati recuperati grazie ad un progetto dell’Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio), teso ad individuare i cloni più qualificati per vitigni già iscritti al Registro regionale delle varietà di uva da vino, per farne emergere gli elementi distintivi e permetterne lo sviluppo nel territorio. Poco quindi si conosce di questo vitigno e pochissimi sono i produttori che lo propongono.

Struttura acidica dell’uva consistente, il vino si caratterizza per riflessi verdognoli pronunciati tipici dell’uva e, quindi, della cultivar, profumo fiorale, speziato e di agrumi importante e caratterizzante, buona struttura, nel complesso si evidenzia una tipicità di rilievo. La presenza di fenil etanolo in quantitativi rilevanti conferisce un sentore di rosa conseguente la composizione dell’uva per ciò che attiene alla composizione aminoacidica e strutturale.

Il vino si caratterizza per riflessi verdognoli pronunciati tipici dell’uva e, quindi, della cultivar, profumo fiorale, speziato e di agrumi importante e caratterizzante, buona struttura, nel complesso si evidenzia una tipicità di rilievo.

Nome del prodotto: Terra di San Benedetto- Maturanum

Colore: giallo con  riflessi verdognoli

Profumo: intenso di fiori ed erba fresca.
Sentori di  pepe, limone, frutta esotica, frutta essiccata.

Acidità volatile: 0,46 Acido e ben strutturato

Titolo alcolometrico volumico totale:  13,00% vol.

Abbinamenti – da non servire troppo freddo per non perdere l’aroma ( 12 – 15°C): antipasti, pesce, carni bianche, risotti e formaggi a pasta fresca.

bottiglia da 750 ml € 8,00

Contatta il Produttore

Olio Extravergine di Oliva

“Di quanti mai son’alberi finor noti sopra la terra, se si ha riguardo all’utilità, che ciascuno arreca, si può dir senza fallo, che l’ulivo è il migliore tra tutti, l’Ulivo è il primo tra tutti, l’ulivo è il RE”.
Tale lo riconobbe, e lo disse uno de’ più savi, e più eleganti scrittori antichi di Agricoltura, Giovanni Presta – 1793.
Le varietà attuali presenti in azienda sono:

– moraiolo: dà un olio dal sapore fruttato medio-intenso, armonico di colore verde con manifeste sensazioni di amaro e piccante. Il contenuto di polifenoli totali è medio-elevato.

– frantoio: dà un olio fruttato leggero-intenso giallo con riflessi verdi e sentori appena percepibili di amaro e di piccante

– itrana: dà un olio di particolare preggio per le caratteristiche organolettiche e chimiche. Ha un sapore fruttato medio leggero, il contenuto di polifenoli totali è medio.

– leccino: dà un olio fruttato medio leggero con sentori appena percepibili di mela e di piccante

– coratina: dà un olio ad alto contenuto di sostanze polifenoliche dal colore verde brillante e limpido dai profumi di oliva fresca, erba appena tagliata, carciofo e mandorlo.

– cloni nanizzanti derivanti dal moraiolo, frantoio e itrana

Da una giusta ed equilibrata miscela di queste varietà nasce l’olio “Terra di San Benedetto”, un olio FRUTTATO MEDIO dal colore verde smeraldo ottenuto da olive colte poco prima dell’invaiatura per preservarne a pieno le migliori caratteristiche.

Olio dal gusto armonico inizialmente dolce che presenta sensazioni di piccante, amaro con sentori di frutta (pomodoro e mandorla) e oliva acerba.

Olio profumato di un colore verde smeraldo ottenuto da olive colte poco prima dell’invaiatura per preservarne a pieno le migliori caratteristiche.
Olio dal sapore intenso con sentori di frutta secca, pomodoro, amaro e oliva acerba, acidità 0,03%. Un olio che si accompagna a sapori dal gusto forte e intenso, da aggiungere alle pietanze per renderle speciali.

Nome del prodotto: Terra di San Benedetto

Categoria: FRUTTATO MEDIO – Superiore, ottenuto solo dai nostri oliveti, molito entro le 6 ore.

Varietà:– moraiolo,- frantoio,- itrana,- leccino, coratina – cloni nanizzanti derivanti dal moraiolo, frantoio e itrana.

Colore: verde smeraldo.
Epoca diraccolta: poco prima dell’invaiatura preservarne a pieno le migliori caratteristiche.

Gusto: inizialmente dolce che presenta sensazioni di piccante, amaro con sentori di frutta (pomodoro e mandorla) e oliva acerba.

bottiglia da 500 ml € 7,00

Contatta il Produttore

Prodotti ministeriali in produzione

Richiedi senza impegno info per acquistare

Quale prodotto vorresti acquistare?
Quantità
Translate »